News

Week end gastronomici d’autunno: 43 ristoranti per 30 località

Week end gastronomici: conoscere il territorio attraverso il cibo

Cosa abbiamo di bello in Italia? L'Italia.

Ovvero tutta la nostra penisola con la sua costa, i suoi entroterra le sue città d'arte e i suoi borghi.

Non a caso la provincia di Pesaro e Urbino, dove io abito racchiude tutto questo ma non solo: nei nostri luoghi è possibile condurre uno spassoso stile di vita, invidiabile, dato dalla pace che il territorio è in grado di offrire, dato dal cibo godereccio che la tradizione legata ai nostri avi ci ha portato.

Per fartela breve: ci sono luoghi deliziosi per gli occhi, si campa bene e si mangia meglio. Cosa vuoi di più? E forse è proprio per questo motivo che vengono a trovarci turisti da tutta Italia e da gran parte del mondo.

Cibo, tradizione e territiorio. Questa è la nostra natura, questo è scritto nel nostro DNA: dobbiamo urlarlo quanto più forte possibile a quante più orecchie attente possano ascoltare. 

E' proprio quello che 39 anni fa, si è proposta la Confcommercio Marche Nord, Provincia di Pesaro e Urbino, creando questa iniziativa.

Cosa sono i Week End Gastronomici e perché sono così importanti per il territorio? Vieni e lo scoprirai!

Vuoi conoscere le antiche ricette ed i valori delle Terre di Giò? Seguimi e lo scoprirai!

Iscriviti alla newsletter

Week end gastronomici: scoprire il territorio attraverso il cibo

Iniziamo con il dire, come accennato in precedenza, che i week end gastronomici sono un'iniziativa nata ben 39 anni fa qui da noi nella provincia di Pesaro e Urbino ad opera della Confcommercio Marche Nord.

Ogni anno vengono proposte due edizioni: una primaverile ed una autunnale.

Come potrai di certo immaginare, ora è il momento dell'edizione autunnale che partirà dal 24 settembre e si concluderà il 3 dicembre.

Sono attualmente coinvolti ben 43 ristoranti di 30 diverse località: i ristoratori sono i veri protagonisti di questo evento itinerante che grazie ai prodotti e alla cucina tipica locale, permetterà ai visitatori di entrare in simbiosi con la nostra terra.

Prodotti come il tartufo bianco, che sul nostro appennino si raccoglie, la Favetta di Fratte Rosa, presidio slow food originario dell'omonimo paese, la Casciotta di Urbino, formaggio DOP che si produce nelle nostre vallate e tanti altri prodotti ancora, saranno i prodi alfieri locali che permetteranno ai visitatori di conoscere la tradizione della nostra terra.

Infine come non menzionare i nostri vini? La Provincia di Pesaro e Urbino, vanta ben tre doc: il Bianchello del Metauro, il Colli Pesaresi, il Pergola.

Non a caso io stesso, fuggito dalla città ho deciso di tornare ad abitare in questi posti, proprio per il 'gustoso clima' che qui si assapora.

Perché l'enogastronomia è così legata al territorio?

Perché l'enogastronomia è così importante per il rilancio del territorio e perché un evento simile è importante per l'economia locale? Semplice: cibo, territorio, tradizione e cultura, sono strettamente legati.

Il cibo, le pietanze tipiche e le materie prime traggono origine dal territorio su cui crescono che le caratterizza grazie alla sua aria, al suo terreno, al suo microclima.

Sul territorio nei secoli addietro si sono sviluppati i primi insediamenti urbani che nel tempo sono cresciuti grazie a quel cibo.

Ecco quindi che da un lato, abbiamo le persone e tutto il loro retroterra culturale, da un lato il cibo e in mezzo il territorio cui i primi due devono rendere grazie.

Ecco spiegata l'indissolubile unione tra cibo, gente, terra.

E' possibile permettere a coloro che ci fanno visita, di scoprire i nostri luoghi grazie alla tradizione enogastronomica.

I Week End Gastronomici si svolgono in parte attraverso il famoso 'Itinerario della Bellezza', un percorso figurato che porta gli occhi curiosi attraverso borghi e luoghi tipici della provincia di Pesaro e Urbino. 

Enogastronomia: un forte indotto per il territorio

Secondo qualcuno l'enogastronomia e il turismo legato ad essa non possono essere un vero traino per l'economia in quanto non sarebbero in grado di produrre un'entrata adeguata, sono settori con alti costi e quindi dalla scalabilità limitata, ovvero non potranno mai produrre più di una certa quantità di ricchezza.

Non c'è affermazione più sbagliata: questi settori economici, non sono un reparto stagno, ma bensì muovono tutto un certo indotto, una rete produttiva profondamente interconnessa.

Per questo ulteriore motivo, un'iniziativa simile a quella dei Week End gastronomici di autunno è un ottima occasione per entrare in contatto con tradizione, luoghi, genti che quei territori li presidiano.

Vieni a trovarci, qui nelle Terre di Giò, non te ne pentirai.

Per saperne di più clicca qui.

Antiche ricette e ingredienti genuini.

Iscriviti alla newsletter

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.